Attenzione ai sistemi di rilevazione delle presenze basati sui dati biometrici dei dipendenti. Se manca la base normativa si rischia la sanzione

L’Autorità Garante con il Provvedimento 14 gennaio 2021, n. 166 si è pronunciata sull’utilizzo dei sistemi di rilevazione delle presenze basati sul trattamento di dati biometrici dei lavoratori.

Ha evidenziato la necessità di considerare preventivamente il ricorso ad altri sistemi e/o dispositivi – meno invasivi – che possano assicurare l’attendibile verifica delle presenze, senza fare ricorso al trattamento dei dati biometrici.

Uno specifico trattamento avente ad oggetto dati biometrici, perché possa essere lecitamente iniziato, è necessario che trovi il proprio fondamento in una disposizione normativa che abbia le caratteristiche richieste dalla disciplina di protezione dei dati. Il difetto di base giuridica non può essere superato né dal consenso dei dipendenti, né richiamando il legittimo interesse del titolare.

Per tutte le informazioni  contatta il Servizio Privacy

Articoli correlati

    Privacy
    26 Novembre 2021
    Raccolta e conservazione del Green Pass in azienda: le novità del DL n. 127/2021 post conversione
    Privacy
    21 Maggio 2021
    VACCINAZIONI NEI LUOGHI DI LAVORO E RUOLO DEL MEDICO COMPETENTE: protezione dei dati e indicazioni generali sul trattamento. Le indicazioni del Garante Privacy: Provvedimento del 13 maggio 2021
    Privacy
    20 Luglio 2021
    Attacchi informatici alle aziende in aumento: informazione e formazione contro gli attacchi dei pirati del web
    Privacy
    21 Giugno 2021
    IL RUOLO DEL DPO (Data Protection Officer) O RPD (Responsabile per la Protezione dei Dati personali): quando è obbligatoria la nomina?
    Privacy
    06 Maggio 2022
    Vietato l’utilizzo dei DARK PATTERN nelle piattaforme web: le nuove linee guida EDPB
    Privacy
    09 Novembre 2020
    Google, l’Antitrust apre un’istruttoria per vederci chiaro sull’uso dei dati nelle campagne pubblicitarie