Bonus colonnine per imprese e professionisti

Il Bonus Colonnine per imprese e professionisti sostiene l’acquisto e l’installazione di infrastrutture di ricarica di veicoli elettrici da parte di imprese e professionisti, per un importo pari al 40% delle spese ammissibili.

Sono ammissibili le spese sostenute successivamente al 4 novembre 2021, data di entrata in vigore del Decreto Ministeriale 25 agosto 2021, n. 358, al netto di IVA, ed oggetto di fatturazione elettronica per:

  1. l’acquisto e messa in opera di infrastrutture di ricarica, comprese le spese per l’installazione delle colonnine, gli impianti elettrici, le opere edili strettamente necessarie, gli impianti e i dispositivi per il monitoraggio;
  2. la connessione alla rete elettrica (nel limite massimo del 10%);
  3. le spese di progettazione, direzione lavori, sicurezza e collaudi (nel limite massimo del 10%).

A chi si rivolge

Le agevolazioni sono rivolte a:

  1. imprese di qualunque dimensione, operanti in tutti i settori e su tutto il territorio italiano, in possesso dei requisiti previsti dalla normativa;
  2. professionisti in possesso dei requisiti previsti dalla normativa. 

Risorse

Le risorse inizialmente stanziate ammontano a 87,5 milioni e così ripartite:

a ) 70 milioni di euro per l’acquisto e l’installazione di    infrastrutture di ricarica di valore complessivo  inferiore a 375.000 euro da parte di imprese;

  1. 8,75 milioni euro per l’acquisto e l’installazione di infrastrutture di ricarica di valore complessivo pari o superiore a 375.000 euro da parte di imprese;
  2. 8,75 milioni di euro per l’acquisto e l’installazione di infrastrutture di ricarica da parte di professionisti.

Come funziona

Per gli interventi previsti dalle lettere a) e c) sopra indicati sarà possibile procedere con la compilazione della domanda online sul sito di Invitalia https://www.invitalia.it/cosa-facciamo/rafforziamo-le-imprese/bonus-colonnine/bonus-colonnine-imprese-e-professionisti/cosa-e che gestisce la misura per conto del Ministero, a partire dalle ore 12.00 del 15 marzo 2024.

Per gli interventi previsti dalla lettera b) sopra indicati, le imprese potranno inviare la domanda di accesso al contributo esclusivamente tramite posta elettronica certificata (PEC) al seguente indirizzo PEC: CRE1@postacert.invitalia.it  dalle ore 12.00 del 15 marzo 2024.

La chiusura dei termini di presentazione delle domande è, in tutti i casi, fissata alle 17.00 del 20 giugno 2024.

 

Per tutte le informazioni e per richiedere supporto per partecipare al bando contatta il Servizio Finanza

Articoli correlati

    Finance
    11 Luglio 2022
    Bando Regione Emilia Romagna: incentivi per l’avvio di nuove imprese con presenza maggioritaria di persone con disabilità
    Finance
    03 Settembre 2021
    Unione Bassa Romagna: contributi per le imprese colpite dalla pandemia, aperto il bando da 2,3 milioni di euro Presentazione domande dal 16 agosto
    Finance
    16 Febbraio 2024
    Apertura del Fondo Eccellenze della Gastronomia e dell’Agroalimentare
    Finance
    05 Luglio 2021
    MISE: Nuova Sabatini rifinanziata per 600 milioni
    Finance
    16 Febbraio 2024
    Apertura del Fondo Investimenti Autotrasporto 2023 – X Edizione
    Finance
    20 Settembre 2021
    MISE: Sostegno in favore dell’industria del tessile, della moda e degli accessori - Domande dal 22 SETTEMBRE 2021